Dona

EMERGENZA CASA EK’ABANA. SOSTIENI SUOR NATALINA PER L’ACCOGLIENZA DEI BAMBINI E DELLE MAMME SFOLLATE DA GOMA

Casa Ek'Abana accoglie i bambini in fuga da Goma

Mi chiamo Donata e vi scrivo da Casa Ek’Abana a Bukavu. Sono missionaria della Diocesi di Reggio Emilia e da qualche mese aiuto Suor Natalina nell’accoglienza di decine di bambini e bambine accusate di stregoneria. Goma, la città travolta negli scorsi giorni dalle colate laviche del vulcano Nyiragongo, si trova a 150 km di distanza, sulla estremità nord del lago Kivu mentre Bukavu sull’estremità sud dello stesso lago.

Nel corso della notte del 22 maggio scorso il vulcano a 25 km da Goma ha iniziato una pericolosa eruzione sul versante verso la città. La colata lavica fluida nel giro di qualche ora ha raggiunto la periferia della città ed ha invaso un quartiere. Al mattino di domenica 23 fortunatamente l’eruzione si è fermata, ma è iniziato uno sciame di scosse che è durato quasi una settimana. Si sono aperte fessure lungo le strade e da alcuni muri uscivano fiammate di lava. La gente dei quartieri più a rischio ha ricevuto l’ordine di evacuazione verso le vicine montagne. Quasi 40.000 persone hanno deciso di spostarsi a Bukavu, con i battelli lacustri o in auto, percorrendo una strada sterrata in cattive condizioni, in auto, in bus, in camion. A Bukavu la maggior parte degli sfollati ha cercato e ricevuto ospitalità da amici o conoscenti. La solidarietà africana in questo caso si esprime in tutta la sua bellezza. Anche Ek’Abana è stata ed è tuttora sollecitata a questa accoglienza, di cui si è fatta carico sin da subito.

La provincia di Goma conta circa 800 mila abitanti. In seguito alle eruzioni del vulcano Nyiragongo e alla successiva evacuazione di parte della città risultano dispersi circa 200 minori, che hanno perso contatto con la famiglia nel caos generale.

In questa situazione, gli organismi internazionali sono stati incaricati della ricongiunzione familiare, che si presenta molto complessa soprattutto per i bimbi piccoli che non sanno spiegare nulla.

 

Alcune persone hanno bussato alle porte di Casa Ek’Abana. I primi sono stati 9 minori, con un’età compresa tra i 3 e i 16 anni, accompagnati dalla Croce Rossa Internazionale. I bambini hanno perso le tracce dei genitori nel caos del Porto di Goma mentre lasciavano la città. Hanno deciso di salire lo stesso sul battello per Bukavu, sperando di ritrovare le loro famiglie. Otto di loro fanno parte di 2 nuclei familiari; il nono, un ragazzino di 10 anni, è completamente solo. Le porte di Casa Ek’Abana si sono aperte subito, tutti hanno trovato accoglienza, protezione, conforto, vestiti, vitto e alloggio. Fortunatamente, grazie al lavoro degli organismi coinvolti e alle informazioni di una sorella adolescente una famiglia è già stata rintracciata ed i ragazzi torneranno a casa entro pochi giorni.

Inoltre, la direttrice di una scuola elementare in città con cui Ek’Abana collabora da tempo ha chiesto un aiuto per altri 13 studenti che provengono da Goma. A questi minori manca tutto l’equipaggiamento per la scuola: uno zaino, dei quaderni, l’uniforme, delle penne e, in alcuni casi, anche le scarpe. Le famiglie di questi bambini hanno espresso il desiderio di restare a Bukavu. Per questo motivo, nei prossimi giorni, un animatore di Ek’Abana andrà a controllare le loro reali necessità; nel frattempo Ek’Abana si sta organizzando per fornire loro il necessario per la scuola.

Oltre ai minori, anche alcune mamme con bambini hanno chiesto aiuto a Suor Natalina. La situazione è in costante evoluzione, e le persone continuano ad arrivare. Casa Ek’Abana ha dato ciò che poteva fin da subito, tramite l’accoglienza dei bambini soli e il sostegno economico delle mamme che hanno bussato alla porta di Natalina.

 

Per continuare a dare sostegno c’è, però, bisogno di ulteriori aiuti. I bambini necessitano di vestiti, scarpe e cibo; per continuare la scuola molti hanno bisogno di tutto: uno zaino, matite, quaderni. Le mamme che arrivano chiedono un tetto o una tenda e del cibo per sé e per i propri bambini.

SOSTIENI CASA EK’ABANA PER L’ACCOGLIENZA DEI BAMBINI E DELLE MAMME SFOLLATE DA GOMA

Dona

9,00 €
Dona per assicurare vestiti, scarpe e materiale scolastico a 2 bambini

Dona

26,00 €
Dona per acquistare una tenda, un materassino e delle coperte per una famiglia

Dona

48,00 €
Dona per assicurare una settimana di alimenti ad una famiglia di 4 persone

Dona

Dona quanto desideri e aiuta Suor Natalina ad accogliere i bambini dispersi a Casa Ek’Abana

GRAZIE PER LA TUA DONAZIONE! PERMETTERÀ DI SOSTENERE CASA EK’ABANA NELL’ACCOGLIENZA DI BAMBINI, MAMME E FAMIGLIE SFOLLATE PROVENIENTI DA GOMA.

Avvisa Laura che hai fatto una donazione. Scrivile una mail a l.aventi@mlfm.it
Ti manderemo aggiornamenti sulla situazione di Goma e degli sfollati in Casa Ek’Abana.

PS. Lo sai che puoi sostenerci anche attraverso un Acquisto Solidale?

Puoi fare la tua donazione anche così:

Bonifico bancario

Intestato a MLFM - Banca Popolare Etica
IBAN: IT43 Q050 18016 000000 1103 7702
Causale "Accoglienza sfollati a Casa Ek'Abana"

Bollettino telematico

Conto corrente postale numero 13688205
intestato a MLFM 
Causale "Accoglienza sfollati a Casa Ek'Abana"

Lo sai che puoi sostenerci anche con un acquisto solidale? 

Scopri i prodotti dell'artigianato africano, le bomboniere solidali e i prodotti di SanfereOrto. Trovi tutti sul nostro shop online. 

Scopri qui tutti i regali solidali: https://www.mlfm.it/shop