No one out "Inclusione giovanile negli slum di Nairobi"- Kenya
No one out "Inclusione giovanile negli slum di Nairobi"- Kenya

PERCHÉ SCENDIAMO IN CAMPO

A Nairobi esistono gli slum. Sono baraccopoli ai margini della città in cui la qualità della vita è inesistente: le case sono piccolissime e non hanno finestre né pavimenti, esistono bagni in comune ogni 35 famiglie, gli sfratti sono all’ordine del giorno, le strade sono discariche a cielo aperto e la situazione sociale è disastrosa.
L’HIV è una vera e propria piaga tra i giovani e porta con sé emarginazione psicologica e lavorativa. Tra i giovani l’abbandono scolastico e la violenza sono situazioni altamente diffuse.
Questa è la “fotografia” di una situazione estrema, ma reale nella quale abbiamo deciso di intervenire insieme ad altre ONG (SVI, SCAIP e MMI) per moltiplicare il nostro impatto e cercare di valorizzare le esperienze di ognuna mettendo a disposizione i propri punti di forza per realizzare un progetto che aiuti concretamente a migliorare le difficili condizioni della periferia di Nairobi.

COSA FACCIAMO            

Forti della nostra esperienza in ambito idrico, ci occupiamo di migliorare le condizioni igienico-sanitarie con particolare attenzione alle scuole. In Italia ci impegniamo nella sensibilizzazione sul tema della lobby in Kenya e di educazione alla cittadinanza globale con percorsi specifici nelle scuole.

COME LAVORIAMO

Costruiamo nelle scuole dei serbatoi d’ acqua potabile e rubinetti che prima erano inesistenti. Attraverso pupazzi e percorsi teatrali, i bambini impareranno a lavarsi le mani e a usare correttamente la risorsa. Crediamo nell’importanza di un’ educazione di qualità; per questo motivo lavoriamo su programmi di sviluppo dei talenti dei giovani e diamo loro la forza e l’opportunità di lavorare sulla propria autostima e sulle loro passioni.

DOVE

Aree urbane di Kariobangi, Korogocho, Huruma, Dandora e Mathare di Nairobi, Nairoby County, Kenya.

PER CHI E CON CHI FACCIAMO PROGETTI

Lavoriamo con 33 scuole presenti nelle baraccopoli.

  • Partner: SVI – Servizio Volontario Internazionale (NOO - capofila), MMI - Medicus Mundi Italia (NOO), SCAIP – Servizio Collaborazione Assistenza Internazionale Piamartino Onlus (NOO), CBM Italia - Christian Blind Mission Italia Onlus, FTC Ong – Find The Cure, Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo, Christian Blind Mission Italia Onlus – CBM AFERO
  • Controparti locali: IECE - Integrated Education for Community Empowerment, WOFAK – Woman Fighting Aids in Kenya, GCN - Girl Child Network
  • Finanziatore: AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo (MAECI)