Centro di accoglienza migranti - Trianon
Luglio 2018
Centro di accoglienza migranti - Trianon

PERCHÉ SCENDIAMO IN CAMPO

Sempre più coscienti dei bisogni nazionali in tema di intercultura e integrazione, abbiamo deciso di mettere a disposizione del territorio le nostre energie e i nostri valori.

Iniziamo così a percorrere sentieri finora inesplorati con iniziative e attività che si rivolgono agli stranieri presenti sul territorio Lodigiano, in supporto ad altre associazioni, contribuendo a rafforzare i servizi e le reti per l’integrazione e per la lotta alle nuove povertà.

Il 2015 è un anno cruciale: l’intensificarsi dei flussi migratori verso l’Italia, la necessità urgente di gestire in maniera razionale l’emergenza e il “dovere” di intraprendere azioni volte all’integrazione, ci portano a scendere definitivamente in campo. Decidiamo di metterci alla prova nella gestione dei migranti e delle relative sfide per l’integrazione sociale ed economica.

Nasce così a settembre 2015 il progetto di accoglienza: apriamo un CAS (Centro di Accoglienza Straordinario) presso l’Agriturismo Trianon, in zona collinare a Graffignana (LO).

PER CHI E CON CHI FACCIAMO PROGETTI

Il centro può ospitare fino a 33 ragazzi richiedenti la protezione internazionale. Lavoriamo per favorire la loro integrazione sul territorio, contribuendo a creare un clima di accoglienza e solidarietà.

I servizi sono resi dal Movimento Lotta Fame nel Mondo sulla base dell’accordo stipulato con la Prefettura di Lodi, che stabilisce quanto è necessario mettere in atto per assicurare un’accoglienza dignitosa ai richiedenti asilo.

COSA FACCIAMO

Oltre ad ospitare i 33 ragazzi, procurando loro vitto, alloggio, cure mediche ed assistenza per l’ottenimento dello stato di rifugiato, ci impegniamo ad insegnare la lingua italiana con il supporto di esperti ed insegnanti e a valorizzare le competenze ed esperienze dei ragazzi, mettendole a disposizione della nostra comunità.

Cerchiamo di creare le basi per uno scambio virtuoso e l’attivazione di reti di collaborazione reciproca con le comunità della Provincia di Lodi e di Pavia (con particolare riferimento a quelle di Graffignana e Miradolo Terme), favorendo così l’integrazione e sviluppando il senso di solidarietà ed accoglienza da parte dei cittadini.

COME LAVORIAMO

Offriamo i servizi fondamentali: orientamento e informazione sulla normativa concernente l’immigrazione e i diritti dello straniero in Italia; assistenza legale per tutto l’iter di richiesta della protezione internazionale; assistenza sociosanitaria e medica e sostegno socio - psicologico. Crediamo nel valore della condivisione, dell’accoglienza e dell’armonia tra le persone. Per questo ai ragazzi accolti dedichiamo attenzioni e momenti di attività e laboratori.

Ogni giorno l’educatrice dedica ai ragazzi appositi momenti al rafforzo della lingua italiana, incontri individuali e lezioni in house di gruppo; il sabato mattina si svolge un corso di supporto dell’italiano con modalità ricreative e ludiche, insieme ad un gruppo di volontari (Francesco Mondani, Francesco Negri, Diana Galletta, Chiara Seminari, Clara Carelli, Alessia Marturiani, Diana Garbelli).

Abbiamo avviato internamente laboratori di cucina, di ciclo-officina, di creatività e riciclo, di falegnameria, di sartoria e di informatica, oltre a proporre attività professionali esterne.

“Orti senza frontiere” è un progetto formativo di orticoltura biologica, con rilascio certificazione frequenza finale ai partecipanti, che valorizza le esperienze di origine dei migranti, spesso legate al mondo rurale e agricolo. Il percorso ha visto coinvolti 12 ragazzi, prima nelle lezioni teoriche e successivamente nella lavorazione di un orto situato nei pressi del centro.

Aiutiamo i richiedenti asilo a costruirsi un futuro fuori dal centro attraverso l’inserimento individuale presso aziende, associazioni e scuole. Proponiamo a loro di attivarsi nella comunità ospitante con lavori socialmente utili e attività di volontariato.

DOVE

Agriturismo Trianon, zona collinare di Graffignana (LO)