La nostra storia
La nostra storia

Nel 1964 Arnaldo Moretti, presidente dell’Azione Cattolica, Antonio Allegri e Angelo Cambiè riuniscono intorno a loro un gruppo di persone che operano in collaborazione con "Mani Tese”, che a Milano appoggia i missionari del Pontificio istituto Missioni Estere. Nasce il Movimento per la Lotta contro la Fame nel Mondo.

La nostra prima azione risale al 1965: siamo in India, Khammam - Lodi Farm. Abbiamo realizzato una fattoria dotandola di bestiame, di macchine agricole e di pompe per l’irrigazione. 

Nel 1971 facciamo il primo passo in Africa a Birava (Congo). Costruiamo un dispensario: un ampio edificio con sale per visite, un laboratorio, un’aula per le lezioni e sale per la degenza per combattere l’inadeguata assistenza sanitaria.

Nel 1972 ci costituiamo come Associazione.

Nel 1978 il dispensario, chiamato Centre de Sante Ville de Lodi, viene ufficialmente inaugurato. Viene dotato di un reparto di maternità e rimane un punto di riferimento durante l’epidemia di colera nel 1981. Attualmente è gestito dall’ente sanitario zairese.

Dal 1982 entriamo a far parte della rete FOCSIV.

Nel 1983 otteniamo l’idoneità dal Ministero Affari Esteri Italiano per operare in qualità di Organismo Non Governativo (O.N.G.).

Nel 1987 inizia la nostra lunga storia in Ruanda con la costruzione dell’acquedotto di Muhura.

Nel 1994 siamo presenti anche durante i drammatici mesi della guerra civile in cui i nostri acquedotti continuano a funzionare e permettono che non venisse meno un bene prezioso come l’acqua. Dopo 30 anni siamo ancora a fianco del popolo ruandese con progetti di sviluppo.

Nel 2001 grazie al carisma di Natalina Isella viene fondata Ek Abana in Congo, centro di accoglienza per bambine abbandonate e accusate di stregoneria.

Nel 2008 la nostra volontaria in Congo Natalina Isella viene insignita del premio “Donna dell’anno” per l’impegno a fianco delle bambine accusate di stregoneria.

Nel 2010 il nostro cooperante Alberto Acquistapace vince il Premio Volontario Internazionale dell’Anno indetto da FOCSIV a seguito del progetto ACQUA PER RICOSTRUIRE HAITI dopo il disastroso terremoto di gennaio 2010 in cui perdono la vita 300.000 persone.

Nel 2011 nasce il Centro di Salute di Muyanza e l’Orfanotrofio “San Giuseppe” in Ruanda.

Il 2011 è l’anno in cui si realizza la  prima “Città di Lodi Relay Marathon”, evento benefico di raccolta fondi.

Nel 2012 diventiamo partner della Fondazione Milano per Expo 2015 nel progetto “Tomatogo – Jeunes Filles Pour l’Agro” in Togo.

Dal 2013 iniziamo a occuparci di migranti e nuove povertà in Italia, sostenendo gli enti locali e associazioni del territorio attraverso progetti di formazione, di sensibilizzazione e di inclusione sociale.

È il 2013 quando ad Haiti viene inaugurato il “modello AQUAPLUS”: un progetto che prevede interventi sia di tipo idrico che di supporto all’agricoltura affinché si migliorino le condizioni di vita della popolazione locale.

Nel 2014 festeggiamo 50 anni di attività della nostra organizzazione.

Nel 2015 siamo presenti ad EXPO Milano 2015 – Padiglione Italia con una vetrina sul progetto Tomatogo - FruiTogo.

Nel 2016 fondiamo “No One Out”  insieme ad altre 3 ong di Brescia (SCAIP, SVI, MMI).