Centro Izere
Centro Izere

PERCHÉ SCENDIAMO IN CAMPO

Nel 1994, al termine della guerra civile, la situazione del paese è drammatica. Per volontà dei Padri della Parrocchia di Nyinawimana della Provincia di Byumba, a fronte della presenza di un gran numero di persone in estrema difficoltà, nasce il Centro Izere.

I numeri sono impressionanti: 4000 orfani, 1600 donne vedove con disagi psichici legati all'esperienza del genocidio, 160 bimbi affetti da HIV e 370 persone con disabilità, molti dei quali bambini o adolescenti.

Nel 2012 ci attiviamo per dare aiuto a bambini orfani, a bambini portatori di disabilità fisiche, a minori affetti dalla sindrome dell’HIV e a donne in difficoltà attraverso programmi diversificati che vanno dall’educazione, all’assistenza sanitaria e all’assistenza alimentare; ci supporta un team educativo importante, la cui formazione è seguita da Handicap International, per poter affrontare al meglio questa situazione di estrema delicatezza.

COSA FACCIAMO

Abbiamo deciso di sostenere il Centro Izere attraverso il Sostegno a Distanza, così che si possa garantire una stabilità e continuità, due elementi importanti per il mantenimento di una struttura che sostiene donne e bambini estremamente fragili.

È necessario assicurare assistenza medica, chirurgica e terapeutica ai piccoli con disabilità fisiche; dotarsi di mezzi idonei al trasporto di questi ragazzi e di attrezzare nuove aree per le attività ludiche e terapeutiche. Il personale altamente specializzato che opera all’interno della struttura, tra i quali fisioterapisti, psicologi, insegnanti e assistenti sociali, è supportato dai SAD.

DOVE

Byumba, Ruanda

PER CHI E CON CHI FACCIAMO PROGETTI

Nel Centro Izere sono accolti 400 bambini. Ci sono 3 terapisti, 1 assistente sociale e insegnanti, psicologi, forze dell’ordine, istituzioni, preti, chirurghi, ortopedici.

Oppure attiva un Sostegno a Distanza: scopri di più

Vuoi saperne di più? Scrivici