Dona

Sostegno a distanza
Sostegno a distanza

Un’opportunità straordinaria. Anche per te

Natalie, Hortense, Faida non sono solo bambine che vivono in Africa. Sono bambine che hanno avuto un’opportunità. L’opportunità di poter costruire i loro sogni di diventare parrucchiera, maestra, giornalista. Le accompagniamo ogni giorno con amore e protezione!

Da più di 50 anni, insieme a tantissime famiglie sostenitrici, abbiamo fatto diventare grandi i bambini in Ruanda e in Congo.

Un piatto di riso, quaderni di scuola, un letto in cui dormire e cure mediche sembrano a noi piccoli gesti. Per loro sono la speranza di poter cambiare la propria vita, da bambini soli e senza amore a bambini che diventeranno adulti.

In Congo a Casa Ek'Abana, Suor Natalina dal 2001 ad oggi ha  accolto più di 500 bambini e bambine che vivevano in strada.  Sono vestiti di stracci e non hanno nessuno, in molti casi sono accusati di stregoneria. Per questo abbiamo creato il programma Una Famiglia per ogni Bambino. Grazie a questo programma, dal 2017 ad oggi abbiamo affidato 56 bambini ad altrettante famiglie adottive nei villaggi. Sono famiglie molto povere, ma di cuore: hanno accolto un bambino abbandonato, ma anche loro hanno bisogno di aiuto. Con Una Famiglia per Ogni Bambino puoi dare una famiglia a un bambino di strada assicurandogli l'amore di una mamma, le cure mediche e il sostegno scolastico ogni giorno.

In Ruanda a Muhura, Suor Odile manda avanti ormai da tempo la Scuola della Divina Provvidenza Nonna Amelia. A Muhura non tutti i bambini possono andare a scuola: grazie al Sostegno Scolastico, puoi provvedere all’educazione di quei bambini le cui famiglie non potrebbero altrimenti pagare la retta scolastica. Inoltre ogni giorno garantisci almeno un pasto caldo e nutriente affinchè ogni bambino possa crescere sano e forte.

In Ruanda a Byumba nel Centro Izere, Padre Jean accoglie circa 300 bambini e ragazzi, di cui 40 disabili. Il Sostegno a Distanza (SAD) permette di assicurare assistenza medica, chirurgica e terapeutica ai piccoli con disabilità fisiche; di dotarsi di mezzi idonei al trasporto di questi ragazzi e di attrezzare nuove aree per le attività ludiche e terapeutiche. Il personale altamente specializzato che opera all’interno della struttura, tra i quali fisioterapisti, psicologi, insegnanti e assistenti sociali, è supportato dai donatori del SAD.

Per attivare un Sostegno a Distanza scrivi una email a sostegnoadistanza@mlfm.it

NOVITA'! Da oggi puoi rinnovare il tuo Sostegno a Distanza in modo ancora più semplice con domiciliazione bancaria/postale. Scarica il modulo che trovi in fondo alla pagina, compilalo e invialo all’indirizzo sostegnoadistanza@mlfm.it, oppure spediscilo per posta all’indirizzo: Movimento Lotta alla Fame nel Mondo, Via Cavour, 73 - 26900 Lodi. Se hai qualche dubbio chiama allo 0371 420766, ti guiderà nelle tue richieste!

Il Sostegno a Distanza è una forma di aiuto speciale che rispetta il contesto sociale, culturale e familiare in cui vivono i bambini.

È un aiuto a lungo termine: il tuo contributo, insieme a quello di altri sostenitori, ci permetterà di portare avanti il nostro impegno a casa di questi bambini. 

Ogni anno riceverai due comunicazioni che ti racconteranno le condizioni di salute di bambini  e delle comunità che li ospitano.

Come posso attivare un Sostegno a Distanza?

Scrivi una mail a sostegnoadistanza@mlfm.it o chiamala in ufficio allo 0371 420766. Ti spiegherà come funziona, quali sono le quote e le modalità per il sostegno. 

Per rimanere sempre aggiornato sul tuo Sostegno a Distanza riceverai 2 aggiornamenti all'anno che ti racconteranno tutti gli aggiornamenti dal Centro, come stanno i bambini e la Comunità in cui vivono.

Coordinate per donazioni

CC bancario: Banca Etica – Ag. Di Milano
IBAN: IT43 Q050 1801 6000 0001 1037 702
Intestato a: MLFM - Movimento Lotta Fame nel Mondo
Causale: SAD + nome progetto 

CC postale: n. 13688205
Intestato a: MLFM - Via Cavour, 73 - 26900 Lodi (LO)
Causale: SAD + nome progetto

NOTA BENE: Oggi puoi attivare un Sostegno a Distanza regolare, attraverso il RID bancario. Puoi scaricare il MODULO in fondo a questa pagina. 

Di noi puoi fidarti perché… te lo mettiamo nero su bianco!

La trasparenza è un valore! Dal 2015 siamo un ente certificato dall’Istituto Italiano della Donazione e ogni anno ci sottoponiamo ad audit esterno proprio per dimostrare la correttezza e la trasparenza del nostro operato. 
Il bilancio è pubblico e certificato da una società di revisione esterna.

Inoltre, ogni anno, il nostro staff elabora un resoconto delle attività svolte che pubblichiamo sul sito e inviamo all’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) per il mantenimento della nostra  idoneità in qualità di Organizzazione Non Governativa (ONG).

La gestione dei fondi è trasparente

Della tua donazione, l’80% è destinato al bambino che sostieni e alla sua famiglia o struttura di appartenenza. Il 20% invece lo utilizziamo per cercare nuovi sostenitori che, come te, hanno voglia di aiutare altri minori al fine di rendere ancor più efficace la nostra lotta alla povertà e al riconoscimento dei diritti dell’infanzia. Parte di questi fondi invece andranno a copertura delle spese per la produzione del materiale informativo e di aggiornamento che riceverai nell’arco dell’anno.

I progetti sono alla portata degli occhi di tutti, parti con noi!

Ogni anno organizziamo campi estivi di vacanze consapevoli in alcuni dei Paesi in cui siamo  presenti e attivi. I partecipanti possono vedere con i loro occhi le strutture di riferimento e organizzare attività ludiche a sostengo del lavoro di tutto il nostro staff.

I nostri partner sono la nostra forza

I nostri partner locali sono affidabili e seri e le collaborazioni in essere sono frutto di scambi diretti e continuativi e di precise azioni di progettazione e pianificazione per la promozione dei diritti dei bambini.

La vision del SAD è condivisa da più di 90 associazioni

Abbiamo sottoscritto la carta dei principi di ForumSAD, rete di ONG e associazioni che promuovono sostegni a distanza.

Per info: www.forumsad.it

Chiariamo i dubbi... perché la trasparenza è un valore che ci appartiene!

Siamo lieti di accogliere tutti i sostenitori curiosi di comprendere a fondo il nostro operato e i dettagli dei nostri progetti. La nostra organizzazione, per trasparenza, pubblica il proprio bilancio sul sito, garantendo facilità di accesso all’aspetto finanziario. Nello specifico, i fondi raccolti vengono gestiti dal responsabile in loco, il quale invierà annualmente all’ufficio Italia un rendiconto dettagliato delle spese.

Perché “sostegno” e non “adozione”?
Questo tipo di relazione non è di dipendenza, ma di solidarietà; la relazione che si instaura è tra il sostenitore e la struttura che accoglie i bambini, mediata dal nostro staff in Italia e in loco.

Chi può sostenere un bambino a distanza?
Il SAD può essere richiesto e sostenuto sia da singoli, sia da coppie, sia da gruppi di ogni tipo (colleghi, classi, gruppi sportivi, gruppi di Catechismo, aziende…)

C’è un limite di tempo minimo per il mio impegno?
Per garantire continuità richiediamo un impegno del sostenitore di almeno 2 anni; il SAD, tuttavia, crea un impegno morale e non giuridico, pertanto un sostenitore a distanza è libero di terminare quando vuole il suo sostegno in seguito alla comunicazione al nostro ufficio in Italia.

Come posso tenermi in contatto con i bambini?
I nostri operatori locali e l’ufficio Italia ti scriveranno direttamente. Per ogni sostegno riceverai informazioni, aggiornamenti e foto dal Centro. Garantiamo due comunicazioni all’anno, che contengono una comunicazione da parte della Responsabile del Centro che ti aggiorna sui progressi e sugli interventi promossi nel villaggio di appartenenza, insieme a un resoconto annuale delle attività della nostra ONG nel paese. Avviando un Sostegno a Distanza riceverai automaticamente la nostra newsletter e il magazine Karibu per essere aggiornato sulle nostre attività e sui progetti in corso.

Cosa succede se il bambino esce dal Centro o cessa di essere destinatario dell’aiuto?
I minori seguiti dai Centri possono, per diversi motivi, tornare a vivere in famiglia. Per questi motivi il Sostegno a Distanza è oggi, sempre di più, un sostegno alla struttura che li ospita, oppure alla famiglia che li accoglie, che sia essa la famiglia biologica o una famiglia affidataria, se le condizioni economiche del nucleo famigliare non sono adatte a garantire loro i diritti fondamentali. E' per questo che il SAD può porseguire anche quando il bambino esce fuori dal Centro. A volte invece succede che i minori escano completamente dal progetto: in questo caso significa che NON sono più destinatari dell’aiuto. Solitamente questo “abbandono” è fisiologico nel senso che è il buon esito di un periodo di sostegno e accompagnamento (compimento maggiore età, il ragazzo o la famiglia hanno trovato impiego, viene ricollocato in famiglia - biologica o affidataria - ove non sussiste il problema del reddito...). Per questo motivo il SAD è sempre più un sostegno al Centro, per permettere a nuovi bambini di usufruire di questo sostengo, una volta che altri sono usciti dal programma.

Cosa succede se il sostenitore non può più pagare il SAD?
Nel caso in cui il sostenitore si trovi impossibilitato a proseguire nel pagamento non ha che da comunicarcelo. Per noi è fondamentale sapere su quali aiuti potrà contare poiché questa “misura” permette allo staff di coordinare le azioni e gli sviluppi dei progetti con cognizione pianificando con realismo tutti gli interventi.

Le donazioni effettuate possono essere dedotte/detratte?
Sì, siamo una ONG (Organizzazione Non Governativa) ufficialmente riconosciuta, ai sensi del D. Lgs. 4.12.1997 n. 460. Ai sensi della Legge n.80 del 14 maggio 2005, è inoltre possibile dedurre/detrarre dal proprio reddito imponibile fino al 10% dello stesso, qualora questo sia stato oggetto di donazione, nei confronti di soggetti no profit.

Cos'è il SAD e come attivarlo

Il Sostegno a Distanza è una forma di aiuto speciale che rispetta il contesto sociale, culturale e familiare in cui vivono i bambini.

È un aiuto a lungo termine: il tuo contributo, insieme a quello di altri sostenitori, ci permetterà di portare avanti il nostro impegno a casa di questi bambini. 

Ogni anno riceverai due comunicazioni che ti racconteranno le condizioni di salute di bambini  e delle comunità che li ospitano.

Come posso attivare un Sostegno a Distanza?

Scrivi una mail a sostegnoadistanza@mlfm.it o chiamala in ufficio allo 0371 420766. Ti spiegherà come funziona, quali sono le quote e le modalità per il sostegno. 

Per rimanere sempre aggiornato sul tuo Sostegno a Distanza riceverai 2 aggiornamenti all'anno che ti racconteranno tutti gli aggiornamenti dal Centro, come stanno i bambini e la Comunità in cui vivono.

Coordinate per donazioni

CC bancario: Banca Etica – Ag. Di Milano
IBAN: IT43 Q050 1801 6000 0001 1037 702
Intestato a: MLFM - Movimento Lotta Fame nel Mondo
Causale: SAD + nome progetto 

CC postale: n. 13688205
Intestato a: MLFM - Via Cavour, 73 - 26900 Lodi (LO)
Causale: SAD + nome progetto

NOTA BENE: Oggi puoi attivare un Sostegno a Distanza regolare, attraverso il RID bancario. Puoi scaricare il MODULO in fondo a questa pagina. 

Affidabilità

Di noi puoi fidarti perché… te lo mettiamo nero su bianco!

La trasparenza è un valore! Dal 2015 siamo un ente certificato dall’Istituto Italiano della Donazione e ogni anno ci sottoponiamo ad audit esterno proprio per dimostrare la correttezza e la trasparenza del nostro operato. 
Il bilancio è pubblico e certificato da una società di revisione esterna.

Inoltre, ogni anno, il nostro staff elabora un resoconto delle attività svolte che pubblichiamo sul sito e inviamo all’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) per il mantenimento della nostra  idoneità in qualità di Organizzazione Non Governativa (ONG).

La gestione dei fondi è trasparente

Della tua donazione, l’80% è destinato al bambino che sostieni e alla sua famiglia o struttura di appartenenza. Il 20% invece lo utilizziamo per cercare nuovi sostenitori che, come te, hanno voglia di aiutare altri minori al fine di rendere ancor più efficace la nostra lotta alla povertà e al riconoscimento dei diritti dell’infanzia. Parte di questi fondi invece andranno a copertura delle spese per la produzione del materiale informativo e di aggiornamento che riceverai nell’arco dell’anno.

I progetti sono alla portata degli occhi di tutti, parti con noi!

Ogni anno organizziamo campi estivi di vacanze consapevoli in alcuni dei Paesi in cui siamo  presenti e attivi. I partecipanti possono vedere con i loro occhi le strutture di riferimento e organizzare attività ludiche a sostengo del lavoro di tutto il nostro staff.

I nostri partner sono la nostra forza

I nostri partner locali sono affidabili e seri e le collaborazioni in essere sono frutto di scambi diretti e continuativi e di precise azioni di progettazione e pianificazione per la promozione dei diritti dei bambini.

La vision del SAD è condivisa da più di 90 associazioni

Abbiamo sottoscritto la carta dei principi di ForumSAD, rete di ONG e associazioni che promuovono sostegni a distanza.

Per info: www.forumsad.it

FAQ: chiariamo i dubbi

Chiariamo i dubbi... perché la trasparenza è un valore che ci appartiene!

Siamo lieti di accogliere tutti i sostenitori curiosi di comprendere a fondo il nostro operato e i dettagli dei nostri progetti. La nostra organizzazione, per trasparenza, pubblica il proprio bilancio sul sito, garantendo facilità di accesso all’aspetto finanziario. Nello specifico, i fondi raccolti vengono gestiti dal responsabile in loco, il quale invierà annualmente all’ufficio Italia un rendiconto dettagliato delle spese.

Perché “sostegno” e non “adozione”?
Questo tipo di relazione non è di dipendenza, ma di solidarietà; la relazione che si instaura è tra il sostenitore e la struttura che accoglie i bambini, mediata dal nostro staff in Italia e in loco.

Chi può sostenere un bambino a distanza?
Il SAD può essere richiesto e sostenuto sia da singoli, sia da coppie, sia da gruppi di ogni tipo (colleghi, classi, gruppi sportivi, gruppi di Catechismo, aziende…)

C’è un limite di tempo minimo per il mio impegno?
Per garantire continuità richiediamo un impegno del sostenitore di almeno 2 anni; il SAD, tuttavia, crea un impegno morale e non giuridico, pertanto un sostenitore a distanza è libero di terminare quando vuole il suo sostegno in seguito alla comunicazione al nostro ufficio in Italia.

Come posso tenermi in contatto con i bambini?
I nostri operatori locali e l’ufficio Italia ti scriveranno direttamente. Per ogni sostegno riceverai informazioni, aggiornamenti e foto dal Centro. Garantiamo due comunicazioni all’anno, che contengono una comunicazione da parte della Responsabile del Centro che ti aggiorna sui progressi e sugli interventi promossi nel villaggio di appartenenza, insieme a un resoconto annuale delle attività della nostra ONG nel paese. Avviando un Sostegno a Distanza riceverai automaticamente la nostra newsletter e il magazine Karibu per essere aggiornato sulle nostre attività e sui progetti in corso.

Cosa succede se il bambino esce dal Centro o cessa di essere destinatario dell’aiuto?
I minori seguiti dai Centri possono, per diversi motivi, tornare a vivere in famiglia. Per questi motivi il Sostegno a Distanza è oggi, sempre di più, un sostegno alla struttura che li ospita, oppure alla famiglia che li accoglie, che sia essa la famiglia biologica o una famiglia affidataria, se le condizioni economiche del nucleo famigliare non sono adatte a garantire loro i diritti fondamentali. E' per questo che il SAD può porseguire anche quando il bambino esce fuori dal Centro. A volte invece succede che i minori escano completamente dal progetto: in questo caso significa che NON sono più destinatari dell’aiuto. Solitamente questo “abbandono” è fisiologico nel senso che è il buon esito di un periodo di sostegno e accompagnamento (compimento maggiore età, il ragazzo o la famiglia hanno trovato impiego, viene ricollocato in famiglia - biologica o affidataria - ove non sussiste il problema del reddito...). Per questo motivo il SAD è sempre più un sostegno al Centro, per permettere a nuovi bambini di usufruire di questo sostengo, una volta che altri sono usciti dal programma.

Cosa succede se il sostenitore non può più pagare il SAD?
Nel caso in cui il sostenitore si trovi impossibilitato a proseguire nel pagamento non ha che da comunicarcelo. Per noi è fondamentale sapere su quali aiuti potrà contare poiché questa “misura” permette allo staff di coordinare le azioni e gli sviluppi dei progetti con cognizione pianificando con realismo tutti gli interventi.

Le donazioni effettuate possono essere dedotte/detratte?
Sì, siamo una ONG (Organizzazione Non Governativa) ufficialmente riconosciuta, ai sensi del D. Lgs. 4.12.1997 n. 460. Ai sensi della Legge n.80 del 14 maggio 2005, è inoltre possibile dedurre/detrarre dal proprio reddito imponibile fino al 10% dello stesso, qualora questo sia stato oggetto di donazione, nei confronti di soggetti no profit.